Asciugatrice a gas o a pompa di calore

 Asciugatrice a gas o a pompa di calore?

Consumi a confronto tra l'asciugatrice a gas e l'asciugatrice con migliore classe energetica attualmente in commercio (secondo le mie ricerche online di ottobre 2014).

VAG 07S (Gas Metano)                                SIEMENS WT48Y718II





                             VS









Per quanto riguarda l'efficacia dicono che sia migliore l'asciugatrice a gas, a pari livello delle migliori a pompa di calore

Per i costi: mettendo 3 asciugatrici a settimana 
- ogni anno avremo 160 cicli
- il costo a KW in media di 27 centesimi

Consumi asciugatrice a gas da 7 KG
Per quanto riguarda i consumi, "l'informatore" assicura un consumo di gas di 20 centesimi a ciclo + un consumo elettrico di circa 8 centesimi (300w per circa 90 minuti del ciclo).
Le spese quindi sono di 0,28 euro a ciclo (approssimiamo a 30) * 160 = 48 euro annui

Ogni 2 anni sono 48 euro *2= 96  euro a cui aggiungere la pulizia del bruciatore biennale di circa 75 euro per un totale di circa 171 euro.

Spesa annuale di 85 euro

Consumi asciugatrice elettrica in classe A+++ meno 10% da 8 Kg 
(158,0 kWh/anno)

Lasciugatrice elettrica a pompa di calore A+++ consuma 1,27 kw a ciclo.
Il consumo sarà di 1,27kw (massima spesa a pieno carico) * 160= 203,2KW
La spesa annuale di 54,8 euro ( 203,2 * 0.27 )


Il risparmio dell'asciugatrice elettrica sarà di circa 30 euro l'anno!

Consideriamo inoltre  che:
1- non abbiamo bisogno di far manutenzione ogni 2 anni
2- non dobbiamo far buchi ai vetri/muri o improvvisati scarichi di vapori e fumi di combustione che magari possono dar fastidio al vicinato
3- non dobbiamo chiamare l'idraulico per la connessione al gas
4- possiamo spostare l'asciugatrice in qualsiasi momento
5- con il consumo di poco sopra il Kw possiamo accendere contemporaneamente anche altri elettrodomestici
6- ci affidiamo a ditte serie (per la Siemens è il gruppo Bosh) con concorrenza agguerrita (Miele, AEG) e con un mercato in crescita. Le asciugatrici a gas hanno un mercato di nicchia e non hanno concorrenza. Sono macchinari importati con il prezzo moltiplicato dai rivenditori locali. Un prodotto che loro importano e che in inghilterra si vende a 390 sterline??

cliccando sul link in basso di questa pagina
http://www.whiteknightrange.co.uk/whiteknight/gasdryersinfo.html

ossia qui
Within Italy, please contact: www.agas.eu
partono da 800 euro..


A conferma di questo vi illustro l'esperienza con un rappresentante di asciugatrici a gas (senza specificare la ditta):

26/10/2014
Il rivenditore di zona, gentilissimo e simpaticissimo,  mi propone un modello da 1200 euro in promozione ( lo voglio con igrometro)

28/10/2014
Ho rifiutato in prova l'asciugatrice. Oggi si è presentato portando 2 modelli (da 1000 senza igrometro e da 1450 con igrometro) offrendo in prova entrambi e dicendo che erano i modelli nuovi e che i vecchi non si trovavano più in magazzino. Vedendomi sconcertato ha abbassato il prezzo del modello con igrometro a 1400 euro (200 euro in più di quello proposto al primo incontro).
 E non finisce qui... prima di uscire ha tentato il colpo con 1360 euro ed 1 ora dopo esser andato via ha telefonato, affermando che la ditta lo ha chiamato e gli ha permesso di abbassare il prezzo a 1300 euro solo tornando indietro e portandomela subito. Ho preso tempo, dicendo che dovevo parlarne con mia moglie.
La sera ha telefonato chiedendomi se avevo parlato con mia moglie!!!! Gli ho detto che non avevo avuto modo di parlarci e che al limite lo avrei richiamato io.


29/10/2014
Non ha ritelefonato!


30/10/2014
Ho telefonato alla ditta chiedendo se erano in uscita nuovi modelli. Si sono presi il numero di telefono dicendo che mi avrebbero fatto contattare da un commerciale. Naturalmente ho cambiato completamente luogo di residenza o mi avrebbe contattato lo stesso "responsabile commerciale di zona"!


3/11/2014
Telefonata ricevuta dal nuovo rappresentante :
- confermati i 2 modelli da 1450 con igrometro e 1200 senza igrometro
- il "nuovo" modello è uscito circa 1 anno fa

Quindi, per concludere:
- la priva volta che ti vengono a casa ti allettato con prezzi più bassi
- convinti che una volta consegnato in prova, lo compri, anche con l'aggiornamento del prezzo!

and the winner is....





Mila & Shiro Due cuori nella pallavolo










Cambiare cache Windows Live Mail

Change the message store of Windows Live Mail to removable drive: registry hack and NTFS junction

My netbook comes with a small SSD hard drive and recently it complains that the C: drive is low in space. I checked it, it’s like 40MB free. This is of course not a good shape. Simple search in Window Explorer shows that the Windows Live Mail message store, at%USERPROFILE%\Local Settings\Application Data\Microsoft\Windows Live Mail\, takes more than 1GB. I have multiple emails accounts which support large inboxes, and Live Mail is buffering some of these messages locally.
I have added the the SD slot of the netbook a 16GB SDHC card, more or less permanently. So I tried to let Windows Live Mail use the drive (D:) of the card instead as its message store. This setting is available in Tools|Options…|Advanced|Maintenance…|Store Folder…|Change…. However, whenever I change to any folder on the D:, the OK button turns gray, preventing me from using the card.
I suspected that Windows Live Mail detects the drive is "removable" so disallow it. After a few tries, I come up with the workaround:
  1. Close Windows Live Mail.
  2. Create a target folder as the new message store on the "removable" drive, e.g., "D:\user\Windows Live Mail\".
  3. Open the registry, set HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows Live Mail\Store Root to "D:\user\Windows Live Mail\".
  4. Copy all the stuff under original message store (%USERPROFILE%\Local Settings\Application Data\Microsoft\Windows Live Mail\) to the new message store.
  5. Rename the old message store (to e.g., Windows Live Mail -1\, such that Live Mail would not find it, to verify that it works with the new store.
  6. Launch Windows Live Mail, verify it still sees all the locally cached email accounts and messages. Close Windows Live Mail.
  7. Delete the old message store. This releases space to C: drive.
  8. Done.

Zelig 2014 Download





Nel caso in cui volete scaricare qualsiasi altro video mediaset basta che andate al seguente sito:
ed incollatte l'URL del video
Si aprirà una nuova schermata con lo streaming del video e magicamente, cliccando sul tasto destro, apparirà  la voce "salva video come"



File Temp su RamDisk e Photoshop non funziona: risolto

Per preservare gli hard disk si mettono i file Temp di windows, il file di paging ed i file di cache del Browser.

Ma il cambio di cartella Temp non influisce su nessun programma?


Su Adobe Photoshop si e gli errori che si visualizzano sono diversi:

Primo errore


La soluzioni che si prova (non pensando ad un problema della cartella temp) è di cancellare la cartella Setting. Non si avranno risultati.
  1. Go to your home folder.
  2. Go to your User Library folder.
    If you are unable to see your User Library folder, please follow this post
  3. Go to the Preferences folder.
  4. Delete the “Adobe Photoshop CS5 Settings” (or similar name) folder.(Folder name may differ depending on what version you have)
Secondo errore

Scratch Disk Full  Errors


Anche qui ci si può sbizzarrire. e su internet si trovano un mare di soluzioni, ma nessuna sarà efficace.

Soluzione

1- Ripristinare i files Temp nella cartella C:\Users\UTENTE\AppData\Local\Temp
oppure ;)

2- Creare un collegamento mklink /J così da far credere a Windows che i files sono in C: mentre in realtà fisicamente vengono salvati nel RAMDISK
Si può fare per tutto. Vedi qui.
Immediatamente Photoshop ricomincia a funzionare

Ecco un esempio di stringa da incollare nel Prompt dei comandi

mklink /J "C:\Users\Marco.Marco\AppData\Local\Temp" "I:\TEMP"

Ecco il risultato finale



Comando cmd MKLINK


Crea un collegamento simbolico.

MKLINK [[/D] | [/H] | [/J]] Collegamento Destinazione

        /D      Crea un collegamento simbolico a una directory. L'impostazione predefinita è il collegamento simbolico a un file.
        /H      Crea un collegamento reale anziché un collegamento simbolico.
        /J       Crea una giunzione di directory.

Collegamento    specifica il nome del nuovo collegamento simbolico.
Destinazione    specifica il percorso (relativo o assoluto) a cui fa riferimento il nuovo collegamento.



Visualizzare 4k da PC a TV

Sistema:
CPU i5 3570K  
Scheda video XFX R7 240 4k
Lettore POTPLAYER
TV: Samsung F6800 (l'ingresso HDMI viede riconosciuto 60P)



Questi i dati del file da visualizzare ottenuto dalla conversione di un file SD in 4k con Ulead video studio X7

Questo l'impegno della CPU e GPU durante la visione del file


Infine i dati di POTPLAYER durante la visualizzazione


General
ID                             : 0 (0x0)
Complete name                  : F:\mercenari 65.m2t
Format                         : BDAV
Format/Info                    : Blu-ray Video
File size                      : 446 MiB
Duration                       : 3mn 56s
Overall bit rate mode          : Variable
Overall bit rate               : 15.8 Mbps
Maximum Overall bit rate       : 48.0 Mbps

Video
ID                             : 4113 (0x1011)
Menu ID                        : 1 (0x1)
Format                         : AVC
Format/Info                    : Advanced Video Codec
Format profile                 : High@L5.2
Format settings, CABAC         : Yes
Format settings, ReFrames      : 2 frames
Codec ID                       : 27
Duration                       : 1mn 0s
Bit rate mode                  : Variable
Bit rate                       : 14.9 Mbps
Maximum bit rate               : 65.0 Mbps
Width                          : 4 096 pixels
Height                         : 2 160 pixels
Display aspect ratio           : 16:9
Frame rate                     : 50.000 fps
Standard                       : PAL
Color space                    : YUV
Chroma subsampling             : 4:2:0
Bit depth                      : 8 bits
Scan type                      : Progressive
Bits/(Pixel*Frame)             : 0.034
Stream size                    : 107 MiB (24%)
Color primaries                : BT.709
Transfer characteristics       : BT.709
Matrix coefficients            : BT.709

Audio
ID                             : 4352 (0x1100)
Menu ID                        : 1 (0x1)
Format                         : AC-3
Format/Info                    : Audio Coding 3
Mode extension                 : CM (complete main)
Format settings, Endianness    : Big
Codec ID                       : 129
Duration                       : 1mn 0s
Bit rate mode                  : Constant
Bit rate                       : 256 Kbps
Channel(s)                     : 2 channels
Channel positions              : Front: L R
Sampling rate                  : 48.0 KHz
Bit depth                      : 16 bits
Compression mode               : Lossy
Stream size                    : 1.83 MiB (0%)


Symform 1 TB spazio gratuito





Symform: cloud storage 



Symform fornisce uno servizio cloud che si presenta all’utente come uno share di rete virtuale in cui copiare i file. Non è stato inventato per la velocità ma con l’obiettivo di avere spazio a basso costo per fare backup e altre attività in cui le richieste di performance non sono elevate.
Tecnicamente parlando il client effettua tutta una serie di attività di deduplica, crittografazione del dato, separazione in blocchi e creazione dei dati di parità per poi sparpagliare i dati su internet in diversi siti.
Quello che è interessante è che quelli che ho appena definito “siti” in realtà sono altri client come il tuo! In questo modo si è già creata una rete globale in tutto il mondo che sta ospitando 8 PetaByte di dati!
Il client Symform è presente anche in molti NAS di tipo SMB (tipo quelli prodotti da QNap o Netgear) e di spazio base da condividere in partenza c'è ne molto. Vedete qui: http://www.symform.com/nas-cloud-backup/
Il servizio ha un costo basso ma si può avere spazio gratis mettendo a disposizione dello spazio disco per far salvare dati di altri. Con un fattore di 2:1 (ogni 2GB messi a disposizione se ne riceve uno disponibile on line) il servizio è gratis.
Symform oggi non sta guadagnando dalla vendita di spazio all’utente finale: sono pochi quelli che stanno pagando, la maggior parte preferisce usare il meccanismo che ho descritto sopra. L’obiettivo di symform è più ambizioso, stanno raccogliendo Petabyte di spazio disco che potrebbero poi rivendere a chi li chiede e per i servizi più disparati! Non so se, e in che termini, questo modello di business potrà funzionare ma è sicuramente una cosa nuova che non avevo mai visto e che terrò d’occhio sicuramente.

Ma come sfruttare questo servizio anche noi?


Semplice, mettere a disposizione spazio hard disk da sistemi operativi fatti partire in virtual box e poi disitallarli. L'account mantiene i dati "di spazio virtuale" concesso al sistema Symform anche se spegniamo e disistalliamo la macchina vistuale. Mantenendo i dati che concediamo al sistema mantiene di conseguenza anche lo spazio che ci fornisce in cloud. 
News 2015 
AIAIAIAI
Purtroppo, dopo 90 giorni di inattività di un account, questo viene disattivato, perdendo tutti i gb conquistati... che dire...
Vi spiego meglio:
1- scaricare Oracle VM virtualbox
2- scaricare una iso linux (non ha bisogno di drivers per collegarsi a internet), per esempio Zorin_Os a 32bit
3- Aprile Virtual box e selezionare NEW nuovo sistema Linux, altro linux

4- Qui vi chiederà di voler creare un disco virtuale, createlo (lasciando di default il tipo) e cambiandone l'allocazione nella'hard disk in cui abbiamo più spazio. Personalmente ho selezionato un hard disk esterno da 2 TB.
                                         Ci vorrà tempo....


Dopo aver creato il disco virtuale selezionate la iso e poi avviate la macchina virtuale.

5- Istallate Zorin sulla macchina virtuale
Ecco alcune schermate del processo di istallazione:







Dopo il riavvio alla schermata nera premete INVIO

E poi selezionate la prima scelta


6- Avviate il browser nella macchina virtuale, andate alla pagina web http://www.symform.com/ e cliccate su GET STARTED


7- Selezionate da scaricare la versione per ubuntu a 32 bit 


Premete Keep in fondo al browser, fate partire l'istallazione immettendo la password



8- dopo l'istallazione avviate l'applicazione (apre una pagina web) su START --> System tools --> Symform
In fondo fate il login con il vostro account


9- Date un nome al pc, Nel 2°e 3° menu premete NEXT (select folder e Sync folder)


10- Nel 4° CONTRIBUTE selezionate tutto lo spazio possibile a "disposizione del programma" 

    
Fate next e successivamente Apply Changes


11- una volta accettato lo spazio chiudete la macchina virtuale e disitallatela
12- controllate nel vostro account lo spazio disponibile...



Aggiornamento dopo 1 ulteriore macchina virtuale condivisa...





News 2015 
AIAIAIAI
Purtroppo, dopo 90 giorni di inattività di un account, questo viene disattivato, perdendo tutti i gb conquistati... che dire...
1- utilizzare copy con condivisione tra i vari account
2- comprare office 365 che regala spazio illimitato




Post più popolari

Elenco blog consigliati

Contattami

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email