Acquario 2015 Askoll Pure XL

Acquario
Vasca da circa 100 litri con filtro a caduta.
Pro:
- Molto bello
- rapida pulizia dei filtri
- Luci e stufa efficienti
- Mobile molto stabile

Contro:
- filtro non molto efficiente. Tenere molte piante per favorire la rimozione dei nitrati
- macchinosa rimozione del coperchio per manutenzione della vasca. Si poggia sul coperchio posteriore per comodità e lo si graffia inesorabilmente




Pesci 
(GUARDA ANCHE IL GUPPY SHOW)

- Corydoras




- Ancistrus


- Otocinclus Affinis (guarda da dove arrivano)



- Lebistes (Poecilia Reticulata)



Neritine, Caridine e lumache

Caridine Red Cherry

Neritine

Altre lumache
Panorbarius rosa
Video di planorbarius che mangia le alghe

Physa marmorata


Piante- Link

Pratini
Meravigliosa pianta da primo piano che in condizioni ottimali si ambienta bene e si diffonde su tutto il substrato. Non raggiunge altezze di rilievo, al contrario non supera i 2 cm di altezza e quindi produce pratini molto belli da osservare per il loro verde brillante e la delicatezza delle foglie. E' molto esigente in fatto di luce e quindi evitate di posizionarla in zone di penombra o dove la luce viene filtrata da piante alte o galleggianti. Per il resto fornite un buon fondo fertilizzato e somministrazione di Co2. Se avrete la pazienza e la costanza di curarla rappresenta una ottima scelta per il primo piano.


Piccola pianta bassa adattissima per il primo piano dell'acquario. Si diffonde occupando tutto il substrato disponibile formando dei meravigliosi pratini: emette numerosi stoloni che si propagano in tutte le direzioni. Un substrato a grana fine ne migliora la stesura, ma il vero fattore determinante è una buona luce e fertilizzazione del fondo. Per il resto è una pianta adattabile e molto resistente; vive bene in diverse condizioni dell'acqua e quindi adatta anche al principiante.


Primo piano
E' una pianta palustre con rizoma strisciante piuttosto spesso. 
Le foglie sono robuste, coriacee, ovali, leggermente ondulate al margine e possono raggiungere lunghezze di 4-8 cm. Nuove foglie nascono in media ogni 10-15 giorni.
Il colore di queste è molto intenso e varia dal chiaro a un verde scuro.
E' possibile ottenere nuove piante attraverso il taglio del rizoma, 
di cui ne è sufficiente una piccola porzione con una o due foglie per avere una 
nuova pianta completamente autosufficiente.



Heteranthera zosterifolia
Pianta molto adatta per il fondo dell'acquario, in quanto cresce molto in altezza pur mantenendo un aspetto del tutto cespuglioso. Per questo motivo se applicate potature regolari potete anche tenerla al centro dell'acquario. Le sue foglie sono molto caratteristiche, in quanto viste dall'alto sembrano a forma di stella: spesso raggiungono la lunghezza di 5 cm. Se fornite una illuminazione intensa la pianta non è difficile da coltivare, a patto di fornire anche Co2 in abbondanza. Una volta raggiunta la superficie i fusti emetteranno numerosi getti laterali: per questo motivo potete facilmente propagarla per talea.


Meravigliosa pianta da primo piano da utilizzare ai piedi di grossi esemplari. E' composta da numerose piccole foglie di colorazione verde chiaro che si diramano in maniera piacevole ma scomposta. Solo attraverso potature regolari riuscirete a mantenerne l'aspetto cespuglioso e gradevole. Necessita di luce molto intensa ma per il resto si adatta a numerose condizioni in acquario. Se volete potete utilizzarla anche come pianta galleggiante, ma onestamente l'effetto di un bel cespuglio al centro dell'acquario è davvero gratificante. Per una maggiore salute e sviluppo fornite costantemente Co2 e un buon fondo fertilizzato. Propagazione per talea.

Sfondo
Sicuramente la più facile da coltivare della specie.. Le foglie sottili formano delle spirali intorno allo stelo. Piantatela in gruppi di quattro o cinque steli, ben distanziati tra loro per permettere alla luce di raggiungerli in ogni parte. In condizioni favorevoli mantiene un aspetto cespuglioso e raggiunge facilmente la superficie dell'acquario dove cresce e si diffonde in orizzontale sul pelo dell'acqua. Si adatta a molte condizioni e quindi prospera nella maggior parte degli acquari, cosa che la rende ottima per i principianti. Ricordatevi solo di procurare una buona fonte di ferro. Si propaga per talea e getti laterali.


Hygrophila polysperma
E' sicuramente un esemplare della specie di difficile coltivazione. La forma delle sue foglie è allungata molto sottili:  per questo motivo la pianta richiede parecchia luce e soprattutto deve essere ben distanziata da altre piante per riceverla in ogni direzione. Potete piantarla da sola o in gruppi, ma in questo caso fate attenzione a quanto detto prima. Non è molto diffusa come le altre specie di Hygrophila, ma se riuscirete a coltivarla con successo vi darà molte soddisfazioni. Indispensabile la Co2 e una buona dose di fertilizzanti. Si propaga per talea e getti laterali.

Najas 
La  Najas guadalupensis è una pianta estremamente semplice da coltivare e dalla crescita molto veloce, capace di creare dei folti cespugli nel giro di brevissimo tempo. Viene usata spesso e volentieri per vasche di riproduzione. Gli steli hanno la brutta pecca di essere molto fragili e di rompersi facilmente nei nodi andando a galleggiare sulla superficie dell'acqua dove, tutti questi frammenti, continueranno a crescere senza nessun problema. Per questa loro fragilità queste piante sono commercialmente scarsamente disponibili.
 Di contro, grazie alla sua facilità di adattamento e dalle poche pretese per quanto riguarda substrato,luce, chimica dell'acqua e movimento dell'acqua, questa pianta è stata coltivata per moltissimi anni.  Il range di temperatura ottimale è di 20° - 30°C.

Splendida pianta che si presenta con aspetto delicato, con lunghi steli e numerose foglie piccole e di bell'aspetto. Con una buona illuminazione e nutrienti a sufficienza, non tarderà a crescere sana, variando il colore verde delle foglie sulla parte finale dello stelo in rosso violaceo. Una buona somministrazione di Co2 completa il quadro ideale di coltivazione della pianta. Spesso raggiunge la superficie diffondendosi abbastanza: tagliate delle talee di almeno 10 cm per permetterne una crescita adatta. Se invece fornite luce moderata e temperature più basse, la sua crescita rallenterà sensibilmente. Sicuramente uno degli esemplari migliori per lo sfondo dell'acquario, in quanto non proprio così esigente, e nello stesso tempo meravigliosa nell'aspetto cespuglioso e colorato.

Muschi Link
Vesicularia dubyana - Muschio di Java
Detta anche Muschio di Giava, è una pianta a crescita lenta che si adatta bene a qualsiasi tipo di acqua, illuminazione e temperatura.
In acquario raggiunge un'altezza massima di 5 cm.Vesicularia dubyana è una pianta che vive in ciuffi, che si ancorano e si sistemano in parte sotto sabbia, formati da fusticini fogliosi costituiti da un elevato numero di foglioline opposte, da ovate ad appuntite, di color verde scuro e embriciate.
In ambiente naturale radica facilmente al legno e alla roccia ed è particolarmente adatta ad acquari di tipo Giapponese dove il concetto più importante è la possibilità di creare in acquario terreni erbosi su legno.



Flame moss
Un muschio dall'aspetto inconfondibile:in questo Taxiphyllum le ramificazioni crescono a spirale avvolgendosi su se stesse in senso antiorario.Questo particolare portamento fa si che questa specie ricordi vagamente delle lingue di fuoco(da qui il nome di "Flame moss").Si tratta di una specie robusta e vigorosa che talvolta può ancorarsi ai supporti ma la crescita eretta fa si che le parti basali(quelle ancorate)siano le prime a deteriorarsi per cui il rinnovo periodico delle legature è indispensabile.Un ottimo uso di questo muschio consiste nel legarlo a dei bastoncini di legno nella metà superiore,infilzando quella inferiore nel substrato:crescendo il muschio formerà cespugli conici che potranno essere utilizzati per imitare delle piccole conifere.

Christmass moss
E' uno dei muschi più diffusi in coltivazione,conosciuto come "muschio di Natale" perchè le fronde prese singolarmente ricordano la forma di un abete in miniatura.Si adatta a molte situazioni,ancorandosi rapidamente ai supporti e assumendo spesso portamento diverso in relazione soprattutto all'intensità dell'illuminazione.Con illuminazione medio-alta,la crescita è compatta e può essere utilizzato in piccoli gruppi su roccia come per imitare delle minuscole felci.

Piante acquatiche italiane
Eccole tutte ed anche quelle superficiali

Callitriche stagnalis

Foglie affioranti, lineari e lanceolate, raccolte a rosette, affioranti dall'acqua a formare un fitto tappeto su superfici di acqua ferme o lente, mai in corrente. Fusto lungo, fino a 40 centimetri.
Chiamata comunemente erba gamberaia, è una pianta acquatica sommersa, che talvolta può crescere anche sul fango delle rive. Predilige acque stagnanti o a flusso debole, e formano caratteristici ciuffi sulla superficie dell'acqua, dove affiorano i suoi apici.
Sono caratterizzate da fusto strisciante avente foglie che all'apice formano caratteristiche rosette. Le foglie sommerse sono claviformi.


La gamberaja arrotondata è una specie a distribuzione subatlantica presente in Italia centro-settentrionale e in Sicilia. Cresce in acque correnti generalmente a corso rapido, fresche e ben ossigenate, spesso soggette a forti variazioni stagionali, mesoeutrofiche, povere di calcare, dal livello dal mare a circa 1200 m. Si rinviene sporadicamente nella fascia centrale degli stagni temporanei sardi. Il nome generico deriva dal greco e significa 'dai bei capelli' alludendo alla sottigliezza dei fusti; il nome specifico deriva dal latino 'hamulus' (piccolo amo) e significa: 'dotata di piccoli uncini'. Forma biologica: idrofita radicante. Periodo di fioritura: maggio-ottobre.




È una pianta acquatica sommersa, che cresce in filamenti che possono raggiungere anche 1–3 metri di lunghezza, con numerosi aghi morbidi che ne aumentano il volume.Questa specie è sovente utilizzata per ossigenare acquari e vasche con temperatura media o tropicale. La sua struttura, inoltre, le consente facilmente di convivere con la presenza dei pesci che, soprattutto nei primi mesi di vita, trovano rifugio in queste piante, che sono anche un valido riparo contro il freddo invernale. Si propaga per tagli.

Specie molto conosciuta tra gli acquariofili ed altrettanto diffusa per la sua facilità di coltivazione e adattabilità a tutte le diverse condizioni che si possono riprodurre in acquario. Una volta ambientata la pianta inizierà a crescere molto velocemente: per questo viene utilizzata soprattutto in acquari al primo allestimento per rubare nutrienti alle alghe ed indirizzare la vasca verso un successo in tal senso. Il suo aspetto è rappresentato da numerosi steli con foglie che formano ciuffi consistenti verso l'apice. Si adatta a qualsiasi temperatura e condizioni luminose: a tratti può risultare addirittura infestante, considerate quindi che dovrete intervenire molte volte con delle potature. Sembra preferire acqua dura, ma prospera bene anche in acqua tenera. Potete produrre numerose talee che inizieranno a crescere a loro volta. Adatta al principiante, ma a volte subisce delle marcescenze ancora alla ricerca di una causa precisa.
Si distingue dalla Elodea Canadensis in quanto ha rigorosamente 4 foglie


Elodea canadensis
Assomiglia molto ad Egeria Densa e spesso viene venduta come tale, ma fate attenzione perchè ha esigenze differenti ed ha 3 foglie. Infatti a differenza di Egeria Densa, ama molto l'acqua fredda e non tollera temperature elevate che al contrario la indeboliscono fino alla morte. Per il resto non ha particolari esigenze e si adatta a qualsiasi condizione proponete in vasca. Ha una crescita enorme e veloce quindi richiede numerose potature che la rinvigoriranno facendo produrre numerosi getti laterali che le daranno una forma cespugliosa. Per un effetto migliore piantatela in gruppi di quattro o cinque elementi.


Lemna minor
Facilmente indicata con il nomignolo di lenticchia d'acqua, questa pianta galleggiante è adattabile, resistente e robusta. Non necessita di alcuna cura in particolare, tanto che spesso si diffonde in maniera così veloce da essere considerata infestante. Un piccolo gruppo può ricoprire interamente la superficie di un acquario di media grandezza in una settimana. Le sue foglie sono ovali e di colorazione verde chiaro; dimensioni circa 3 mm. Per utilizzarla in maniera esteticamente valida, di solito si accompagna ad altre piante galleggianti, come la Pistia Stratiotes o le specie di Azolla. Si propaga per divisione.



Post più popolari

Elenco blog consigliati

Contattami

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email