Siti di Streaming

- Canali Rai e Mediaset

Mediaset premium se il TV non è dotato dell APP


Fotografia

Pesca ed Acquariofilia

Pesca
Acquariofilia
Piante

Modding

Modding Computer
Mini pc Decoupage

Modding Casa

Modding Camper

Videoteca in streaming

Streaming
- Siti

Film
Totò TUTTI I FILM
Aberto Sordi TUTTI I FILM


Spettacoli
Comici

Animazioni

Prese Wifi Ego Smart e Belkin Wemo

Spina wifi Ego smart












Pro:
- Possibilità di programmazione oraria e settimanale
- Spegnimento automatico in caso di rilevazione consumi bassi (impostabile)
- Spegnimento automatico dopo "tot" ore dall'accensione
Salvaguardare la batteria dello smartphone

Contro:
- assenza di APP per windows
- ingombrante
- disconnessioni frequenti
Sconsigliata













Pro:
- Piccola e maneggevole
Interfaccia IFTTT: per esempio accensione automatica del deumidificatore se l'umidità si alza, accensione della luce se c'è un movimento ecc ecc


Contro:


- APP per windows ma non funzionante su tutti i dispositivi

Telecomando WIFI ad Infrarossi e RF Broadlink Rm Pro


Pro:
- Tutto sotto controllo quindi, anche il cancello elettrico che lavora a 433.2 Mhz, anche  una radiolina Majestic AH 173 che è diventata così "IOT"
Controllo inoltre di relè a 315 Mhz per disattivare o attivare la corrente fino a 50 mt (altro che prese wifi!!)
- E' possibile impostare orari di accensione e spegnimento
Contro:
- Pochi apparecchi a 315 Mhz. I relè e le luci le ho trovate da un rivenditore cinese con negozio in italia
- Non lavora a più di 433 Mhz quindi:
             - non è compatibile con molte prese che hanno la  Frequenza di funzionamento a  433,92 MHz
             - non è compatible con cancelli elettrici a 800 Mhz 

Accessori comandati da me con ieGeek Orvibo Allone e WIWO Broadlink  Rm Pro (in continuo aggiornamento)

- Aria condizionata Olimpia Splendid









- Televisione  Samsung Smart TV o Lg 4K











- Radiolina USB 
Majestic AH 173 













- Lampadine LED ad infrarossi














- Cancello elettrico (solo Broadlink)









- Stereo surround







- Relè a radiofrequenza 433 Mhz (solo Broadlink ed S3)












- Prese elettriche  radiofrequenza 433 Mhz (solo Broadlink ed S3)









Telecomando WIFI ad Infrarossi ieGeek Orvibo Allone WIWO

Pro:
E' possibile impostare ambienti (room). Tipo "tasto per film": accende Dolby, TV e luce di cortesia
Contro:
- Data la potenza scarsa dell'infrarosso non comando le altre apparecchiature nelle altre stanze.
- Non si riescono a comandare apparecchiature a radiofrequenza (cancelli e tende)
- Non è possibile impostare orari di accensione e spegnimento
- Scarso il manuale di istruzioni e ci vuole un po per capire che si devono impostare tutti i tasti uno alla volta, tenendoli premuti fino a quando non appare la richiesta del segnale IR.

Allarme NETATMO e IFTTT


Trasformare i sensori termici, di umidità e di rumorosità del NETATMO in allarmi mail o sms.
Esempi di applicazione:
ALLARME LADRO IN CASA. In condizioni di silenzio il livello di rumorosità è di 36 db. Impostando la segnalazione IFTTT (con sms o mail) per valori del sensore sopra 40 db avremo una spia "aspecifica" di presenza in casa. Abbinato al sensore di movimento ismartalarm permette di sapere meglio cosa succede in casa durante la nostra assenza. Se poi aggiungiamo anche una telecamera ismart sappiamo e vediamo tutto.
ALLARME INCENDIO. Impostando la segnalazione IFTTT per temperatura  sopra i 40 gradi o C02 sopra 2000.
ALLARME CALDAIA ROTTA. Impostando la segnalazione IFTTT per temperatura interna sotto i 15 gradi. In questo caso possiamo utilizzare poi l' ieGeek® ORVIBO Allone WIWO per attivare la pompa di calore e trovare la casa calda al nostro rientro.

Allarme Sensori di movimento Wemo


Tramite sensori di movimento si può attivare uno Switch Belkin.
Switch e sensore in kit al minor prezzo si trova su Amazon a circa 39 auro
Nell'APP belkin Wemo ci sono dei rules creabili a piacimento, in base a movimento od orario.
Al limite, se non soddisfatti, si può sempre ricorrete alle ricette IFTTT (recipes IFTTT).
Una volta rilevato il movimento lo switch si attiva da 30 secondi ad ore, a piacimento.
Lo switch attivato può a sua volta essere connesso ad una luce (rossa ad esempio) o ad una sirena lampeggiante da pochi euro

Allarme WIFI iSmartAlarm



Dotarsi allarme wireless (Gigaset elements o iSmartAlarm). 
Io ho preferito iSmartAlarm, anche se non ha un webserver,  per:
-  azionare e disattivare l'allarme con il telecomando in dotazione
 utilizzare il servizio IFTTT ed in particolare il pulsante "DO button" per attivarlo o disattivarlo immediatamente da smartphone
- utilizzare il servizio IFTTT per inoltrare su sms le mail ricevute in allarme
- facile istallazione
- facile sostituzione di batterie (piatte per porte e telecomandi, stilo per sensori di movimento)
- in dotazione ha 2 sensori porte invece di uno
- i sensori per le porte costano la metà.

Contro: disconnessioni frequenti dal server, risolte con un aggiornamento firmware. Assistenza adeguata e cordiale, solo USA e con risposte mail. Difficoltosa assistenza in assenza di conoscenza della lingua inglese.

Tecniche di Streaming

Per avere un sistema completo di streaming consiglio diversi apparati di ricezione, ognuno sostituibile all'altro, in base al contenuto da visualizzare.
Vi indico il sistema completo di cui dotarsi per vedere tutto ma proprio tutto in TV da qualsiasi apparato esterno:

1 - Smart TV


Un televisore multimediale  sopperisce a molteplici delle necessità di streaming:
- Visualizzazione di contenuti A/V dal server o da hard disk o chiavette USB esterne
- Visualizzazione dei file contenuti sul PC, creando un server delle cartelle che vogliamo condividere, tramite l'applicazione PS3 media server

2 - Google ChromeCast


Dalla Versione 2. 
Permette di inviare tramite qualsiasi periferica, dotata di browser chrome, il contenuto multimediale del televisore. L'utilizzo principale tramite notebook o Pc fisso.
- Canali Rai e Mediaset
- Mediaset premium se il TV non è dotato dell APP

3 - Apple TV
Dalla versione 3.
Permette comodamente dal letto o dal divano,  tramite uno smartphone o un table Apple, di godersi i contenuti in streaming, sfruttando la tecnologia AirPlay mediante duplicazione dello schermo.
La periferica, una volta individuato lo streaming video, ne segnalerà il volume e mla barra di avanzamento, con possibilità di spostarsi in qualsiasi punto del contenuto e di poter metterlo in pausa




4 - WDTV

Non è indispensabile ma permette:
- Una migliore gestione dei file in streaming dai server
- Duplicazione del contenuto da periferiche Android non compatibili con Chromecast
- Lettura delle librerie condivise di Windows, a computer acceso, senza utilizzare software aggiuntivi





Streaming

Il termine streaming identifica un flusso di dati audio/video trasmessi da una sorgente a una o più destinazioni tramite una rete telematica. Questi dati vengono riprodotti mano a mano che arrivano a destinazione. Generalmente la trasmissione in streaming avviene utilizzando i protocolli RTP e RTSP a livello di applicazione mentre a livello di trasporto si utilizza prevalentemente il protocollo UDP. La distribuzione dei dati di streaming può essere di tipo:
  • Multicast;
  • Unicast;
  • HTTP;
  • Peer to Peer.

Tipi

Visto l'enorme successo avuto dallo streaming, ormai sono moltissimi i server costruiti appositamente per ospitare esclusivamente file audio o video. Una delle più recenti applicazioni della tecnologia streaming risulta essere stata applicata nel campo della pubblicità con la creazione di videobrochure.
Sostanzialmente esistono due tipologie di streaming:
  1. Streaming on demand
  2. Streaming live
Sebbene a volte per trasmissioni via web si utilizzi il termine streaming come sinonimo di "diretta" è da chiarire che un contenuto in streaming può essere live oppure no.

Streaming on demand

I contenuti audio/video sono inizialmente compressi e memorizzati su un server come file. Un utente può richiedere al server di inviargli i contenuti audio/video. Non è necessario scaricarli per intero sul PC per poterli riprodurre: i dati ricevuti vengono decompressi dal codec e riprodotti pochi secondi dopo l'inizio della ricezione. Questo ritardo serve a creare un polmone ("buffer" in gergo) per rimediare a latenze o microinterruzioni della rete. Di questo tipo sono i flussi streaming di Real Video e Real Audio, Windows Media Player, QuickTime, Adobe Flash Video. Quest'ultimo tipo di formato file è utilizzato dal sito di YouTube.
Questo tipo di servizio viene offerto anche da parte di diverse reti televisive, come MTV o MEDIASET o la RAI, come servizio di streaming totale o parziale. Nel caso delle reti RAI si ha quasi la totalità delle trasmissioni a disposizione, ma non tutti i programmi vengono rilasciati o sono immediatamente disponibil.

Streaming live

È simile alla tradizionale trasmissione radio o video in broadcast. Anche in questo caso i dati sono trasmessi utilizzando opportune compressioni per alleggerire il più possibile il carico sulla rete. La compressione dei contenuti introduce nel flusso un ritardo di circa dieci secondi. Di solito nel campo dello streaming live questo ritardo non costituisce un problema.

Post più popolari

Elenco blog consigliati

Contattami

Nome

Email *

Messaggio *

Follow by Email